Traumi e sport

2018-10-15T00:00:00
Chiesi Farmaceutici S.p.A.
Traumi e Sport: Brexidol contro dolore e infiammazione
Scopri il rimedio contro i traumi

Nella pratica sportiva gli infortuni vanno messi in conto: possono verificarsi in gara o in allenamento. Ecco i rischi più frequenti cui si è esposti in alcune delle maggiori discipline.

Fare sport ha indubbi vantaggi per la salute psicofisica, ma non si tratta di un’attività completamente scevra da rischi. Quando si fa sport può capitare di incorrere in piccoli traumi a carico delle articolazioni, dei muscoli, dei tendini e legamenti, che possono determinare una condizione di dolore o infiammazione. Alla base di questi traumi ci sono cause come:

  • mancanza di riscaldamento generale e specifico
  • preparazione fisica non idonea
  • movimenti bruschi e violenti
  • problemi articolari, squilibri posturali e muscolari, mancanza di coordinazione
  • condizioni ambientali avverse
  • microtraumi ripetuti
  • abbigliamento e calzature non idonei
  • recupero insufficiente dopo un precedente sforzo atletico
Traumi e sport - Atletica

Traumi nel calcio: tipologie più frequenti

CONTUSIONI 

Una contusione muscolare è quella che popolarmente viene chiamata “botta”: si verifica in seguito a un colpo diretto o ripetuto che, senza lacerare la pelle, comprime e schiaccia il tessuto muscolare e connettivo sottostante. Si tratta di un’evenienza piuttosto frequente negli sport di contatto come il calcio: può essere causata dallo scontro con un avversario, ma anche in conseguenza di una caduta. Una contusione può determinare dolore e gonfiore, la comparsa di un livido (in conseguenza del danno a piccoli vasi sanguigni) o un ematoma (se i vasi danneggiati sono più grandi). Se molto forte, la contusione può anche determinare lesioni più importanti (per esempio una frattura ossea).

Distorsioni

Sono causate da un trauma che imprime all’articolazione una sollecitazione esagerata, secondo i normali piani del movimento articolare o (più spesso) secondo piani “innaturali”. Le articolazioni più colpite nel calciatore sono: caviglia, collo del piede, ginocchio, gomito e dita.

Contrattura Stiramento Strappo

Lesioni muscolari

Le lesioni muscolari, elencate per gravità crescente, sono:

  • la contrattura: consiste nella contrazione involontaria, prolungata e dolorosa, di uno o più muscoli scheletrici.
  • lo stiramento: lesione causata dall’eccessivo allungamento subito dalle fibre muscolari. A differenza della contrattura, nello stiramento si avverte un dolore acuto ed improvviso, a cui segue spasmo muscolare.
  • lo strappo (o distrazione muscolare): lesione muscolare grave, che consiste nella rottura di alcune fibre che compongono il muscolo.

Tendinite

Si tratta di una lesione da eccessiva attività molto frequente, che causa un dolore profondo e fastidioso, di natura infiammatoria. I segni e sintomi più comuni sono dolore locale, tumefazione, disfunzione, crepitii. Questa lesione si verifica soprattutto in atleti che si sottopongono ad allenamenti intensi e non adeguatamente programmati.

Traumi nel basket: tipologie più frequenti

Tendinopatie

Nei giocatori di basket sono particolarmente frequenti, a causa dei particolari movimenti tipici di questo sport, le tendinopatie a carico del tendine di Achille, del tendine rotuleo (ginocchio del saltatore) e della cuffia dei rotatori. Nello specifico, il tendine di Achille è particolarmente sollecitato nel basket, soprattutto nei movimenti di elevazione e di arresto, e risulta quindi notevolmente vulnerabile nei confronti di lesioni sia di tipo traumatico acuto che, soprattutto, da sovra-utilizzo.

Traumi e sport - Tendinopatie tendine di Achille

I fattori che favoriscono la comparsa di tendinopatie del tendine di Achille sono, tra gli altri, gli allenamenti:

  • eccessivamente intensi
  • troppo frequenti
  • senza la necessaria gradualità

Traumi nella pallavolo: tipologie più frequenti

Distorsione del collo del piede

Le distorsioni del collo del piede si determinano in seguito a sollecitazioni anomale, come nella fase di ricaduta dopo un salto. I sintomi sono rappresentati da:

  • tumefazione della regione malleolare
  • dolore alla pressione nella stessa regione e dolore vivo provocato dalle manovre di supinazione/pronazione
  • impotenza funzionale (più o meno marcata a seconda della gravità)


Ginocchio del saltatore (Tendinopatia patellare)

Si tratta di una tendinopatia funzionale (a carico del tendine rotuleo) provocata da intensi e ripetuti stress dell’apparato estensore del ginocchio. Il pallavolista utilizza in particolare tale apparato nel salto, nei bruschi cambiamenti di direzione, in maniera esplosiva. Il sintomo principale del ginocchio del saltatore è il dolore rotuleo, localizzato in corrispondenza del polo inferiore, del polo superiore o della tuberosità tibiale.

Traumi e sport - Pallavolo

Traumi nel ciclismo: tipologie più frequenti

Lesioni al ginocchio

Alcune lesioni a carico del ginocchio sono relativamente frequenti nei ciclisti. Le principali sono:

  • tumefazione della regione malleolare
  • dolore alla pressione nella stessa regione e dolore vivo provocato dalle manovre di supinazione/pronazione
  • impotenza funzionale (più o meno marcata a seconda della gravità)

TIPO DI DANNO

LOCALIZZAZIONE

CAUSE

Sindrome dolorosa patellofemorale

Faccia anteriore della rotula

Eccessivo spostamento mediale del ginocchio durante la fase di potenza
Debolezza del vasto mediale obliquo e delle strutture laterali del ginocchio

Condromalacia

Progressione delle cause soprariportate fino all’interruzione della cartilagine
Eccessiva trazione laterale

Tendinosi patellare

La flogosi tende ad interessare la superficie laterale del tendine

Tendinosi del bicipite femorale

Faccia posteriore della rotula

Aumentata distensione dei legamenti a causa del sellino troppo alto o del dorso troppo distante
Aumentata distensione dei legamenti a causa di un’eccessiva rotazione tibiale interna

SINDROME PIRIFORME

La sindrome del muscolo piriforme (o semplicemente sindrome del piriforme) è un disturbo neuromuscolare in cui si verifica un intrappolamento o compressione del nervo sciatico, con conseguente irritazione dello stesso, da parte del muscolo piriforme (un piccolo muscolo dell’anca). Nei ciclisti può essere favorita dal mantenimento della posizione seduta in sella per periodi prolungati. Si manifesta con dolore alla natica e nella zona dell’anca, che può irradiarsi nella parte posteriore della coscia e peggiorare quando si è seduti e in seguito a movimenti dell’anca.

Traumi nel tennis: tipologie più frequenti

Dolore al gomito

Gomito del tennista

L’epicondilite laterale o “gomito del tennista” è una condizione da eccessiva attività particolarmente frequente nei tennisti, sport che richiede movimenti ripetitivi della mano e del braccio.

Il sintomo caratteristico è il dolore a livello della superficie laterale dell’avambraccio, in corrispondenza dell’epicondilo laterale, tipicamente più frequente e intenso quando si impugna la racchetta. Al dolore può associarsi rigidità mattutina e deficit funzionale dell’avambraccio.

Strappo del muscolo gastrocenio

Lo strappo si verifica tipicamente quando il tennista tenta di accelerare partendo da una posizione stazionaria con la caviglia in dorsiflessione o quando si distende per lanciare una palla. Il soggetto avverte un dolore acuto, lancinante, a livello del ventre mediale del muscolo o in corrispondenza della giunzione muscolotendinea.

Traumi nell’atletica leggera: tipologie più frequenti

Traumi e sport

Lesioni muscolari e distorsioni

Le lesioni muscolari (come contratture, strappi e stiramenti) e le distorsioni sono molto frequenti nell’atletica leggera, specialmente nelle discipline che richiedono uno sforzo molto intenso e brusche accelerazioni/decelerazioni, come ad esempio le gare di velocità o di salto.

Tendinopatie della cuffia dei rotatori

Si osservano spesso nei lanciatori di peso, di giavellotto e di martello.

Tendinopatia del tendine tibiale posteriore

La tendinopatia del tendine tibiale posteriore è più frequente nei saltatori e nei velocisti; in particolare, questa lesione interessa gli atleti del salto triplo e del salto ad ostacoli, a causa dei microtraumi ripetuti da atterraggio con il piede in iperpronazione.

Dolore alla coscia “da marciatore”

A causa del peculiare movimento basculante del bacino ad ogni passo, in chi pratica la marcia si può instaurare nel corso del tempo una tipica patologia dolorosa della zona posteriore della coscia, che può presentarsi, ma meno frequentemente, anche nei velocisti e nei saltatori. 

Tale dolore alla parte posteriore della coscia, in genere associato a un dolore alla natica, che peggiora con i movimenti dell’anca, può essere dovuto alla sindrome piriforme, già descritta per i ciclisti. Per chi pratica atletica leggera, l’intrappolamento e la compressione del nervo sciatico da parte del muscolo piriforme possono dipendere da un’ipertrofia del muscolo stesso, conseguente a un periodo di intensa attività e allenamento.

Traumi nello sci: tipologie più frequenti

Gli sciatori sono esposti a lesioni muscolari, distorsioni, varie forme di tendinopatia e soprattutto, in seguito a cadute ad alta velocità, specie nella discesa libera e nello slalom gigante, a fratture, ma anche al così detto:

Pollice dello sciatore

Vale a dire la lesione del legamento collaterale ulnare, la cui sintomatologia tipica è rappresentata da dolore acuto e tumefazione articolare, associati a debolezza della presa.

Traumi nel nuoto: tipologie più frequenti

Nei nuotatori sono relativamente frequenti distorsioni e lesioni muscolari e le tendinopatie, in particolare della cuffia dei rotatori (vedi sezione sulla pallacanestro). Sebbene i traumi più frequenti siano a carico della spalla, una lesione frequente è il “ginocchio del nuotatore”.

Traumi e sport - Nuoto

Ginocchio del nuotatore

Una lesione osservata più comunemente in chi pratica lo stile rana, a causa della spinta laterale delle gambe da cui deriva la maggior parte della nuotata. La tensione del legamento collaterale tibiale aumenta quando il ginocchio passa dalla flessione all’estensione, come appunto si verifica in questa fase in cui l’articolazione del ginocchio subisce un’estensione a frusta e tutta la forza viene prodotta sul legamento.

La sintomatologia è caratterizzata da:

  • dolore nella parte mediale del ginocchio mentre si nuota
  • dolore severo alla palpazione sulle inserzioni del legamento

Il trattamento degli infortuni sportivi

In generale, il trattamento iniziale di un infortunio prevede la sospensione della pratica sportiva, per evitare di peggiorare la situazione.

Se l’infortunio appare di lieve entità, per ridurre i disturbi nell’immediato e accelerare la guarigione è bene ricorrere a:

  • riposo della parte lesa, per almeno uno-due giorni, tenendola sollevata
  • applicazione di un impacco di ghiaccio sulla parte per circa 20 minuti, più volte al giorno
  • compressione della parte con una benda elastica (ma senza stringere troppo), per ridurre il gonfiore.
Traumi e sport

Se non si hanno miglioramenti nell’arco di pochi giorni è bene sottoporsi a una visita dal medico, che deve essere consultato immediatamente anche nel caso in cui il trauma sia associato a dolore e/o gonfiore molto forti, ematomi o lividi importanti, e/o a una evidente deformità della parte colpita. Egli potrà (eventualmente con l’ausilio di esami diagnostici) approfondire la natura del trauma e suggerire la terapia più adeguata.

Scopri di più su traumi e sport

Distorsioni

Distorsioni

Anche se si tratta di un’alterazione anatomica temporanea, la distorsione deve essere trattata tempestivamente e ...

leggi tutto
Strappo muscolare

Strappo muscolare

Rappresenta la tipologia di infortunio muscolare più grave. Vediamo insieme come riconoscerlo e trattarlo.Le ...

leggi tutto
Tendinite

Tendinite

Il dolore associato alla tendinite può manifestarsi con caratteristiche diverse, che possono indirizzare verso ...

leggi tutto
Tendinite piede

Tendinite piede

I tendini del piede possono andare incontro a stati infiammatori, acuti o cronici. Ecco come riconoscere le ...

leggi tutto
Tendinite polso

Tendinite polso

La tendinite al polso può manifestarsi in seguito a un trauma o alla ripetizione di movimenti della mano. Oltre ...

leggi tutto
Tendinosi

Tendinosi

La tendinosi, che si manifesta solitamente con un dolore bruciante, è dovuta a un utilizzo eccessivo e troppo ...

leggi tutto
Tallonite

Tallonite

Comprendere l’origine del dolore calcaneare consente di stabilire la terapia adeguata. Se trascurata, la ...

leggi tutto
Lussazione della spalla

Lussazione della spalla

Si tratta di uno degli infortuni a carico della spalla più frequenti, soprattutto per chi pratica sport di ...

leggi tutto
Contratture muscolari

Contratture muscolari

In caso di contrattura, il muscolo è rigido e l’aumento del tono muscolare è visibile a occhio nudo. La ...

leggi tutto
Stiramenti muscolari

Stiramenti muscolari

Si tratta di una lesione muscolare di media gravità, che consiste in un allungamento eccessivo del muscolo.Sport ...

leggi tutto
I dolori dell'atleta

I dolori dell'atleta

Il rischio di sviluppare un dolore localizzato in una determinata parte del corpo dipende dal tipo di sport ...

leggi tutto
Gomito del tennista

Gomito del tennista

Nonostante il nome, questo disturbo non colpisce solo i giocatori di tennis. Scopriamo insieme sintomi e cause di ...

leggi tutto
Sindrome del piriforme

Sindrome del piriforme

È un disturbo neuromuscolare doloroso che coinvolge gluteo e gamba. Scopriamo come riconoscerla e come ...

leggi tutto