Dolore al ginocchio

2019-05-22T14:53:02
Chiesi Farmaceutici S.p.A.
Dolore al ginocchio: cause, rimedi ed esercizi - Brexidol
Scopri il rimedio contro il dolore al ginocchio

Il ginocchio è una delle più importanti articolazioni del corpo umano: è l'innesto funzionale di quattro ossa (femore, tibia, perone e rotula) al centro della gamba, connesse tra loro da tendini e legamenti, e inframezzate da cartilagini, menischi (sorta di cuscinetti protettivi di forma semicircolare) e membrane che tengono insieme tutto l'apparato.

Il suo corretto funzionamento è fondamentale per il sostegno del peso corporeo, per camminare, per correre e per qualunque movimento della gamba.

A parte quando dormiamo, l'articolazione del ginocchio lavora sempre. E proprio a causa delle sollecitazioni costanti che subisce, il dolore al ginocchio (che i medici chiamano gonalgia) è un sintomo frequente nei giovani e nei meno giovani, come conseguenza di traumi o attività fisica intensa, ma anche di patologie e disturbi di varia natura che possono insorgere con l'età.

Artrosi al ginocchio

La gonartrosi, o artrosi del ginocchio, è una delle cause più frequenti di dolore al ginocchio interno, laterale ed esterno, collegata all'avanzare dell'età.

È una malattia degenerativa in cui si verifica un progressivo assottigliamento della cartilagine che protegge l'articolazione, e la sostituzione del tessuto cartilagineo con tessuto osseo e connettivo.

Tutto ciò può comportare i tipici sintomi dell'artrosi al ginocchio: fastidio, dolore, limitazione alla mobilità. In genere, l'artrosi al ginocchio si manifesta dopo i 40 anni di età e progredisce fino a raggiungere un picco dopo i 70 anni, età alla quale si stima che circa il 60% della popolazione ne sia affetta.

Borsite al ginocchio

La borsite al ginocchio è un'altra causa frequente del manifestarsi di dolore nell'articolazione. In termini generali, la borsite non è altro che un'infiammazione delle borse, ovvero le piccole sacche contenenti liquido sinoviale che servono per lubrificare e proteggere da urti, traumi e sfregamenti i tendini, laddove essi si trovano a contatto con altri tessuti.

Questa forma di infiammazione al ginocchio può riguardare, nello specifico, due distinte borse presenti nell'articolazione: la sua manifestazione più frequente riguarda la borsa prepatellare, che si trova nella parte alta del ginocchio, e che dà origine al disturbo chiamato comunemente "ginocchio della lavandaia"; una manifestazione ben più rara si ha, invece, quando l'infiammazione riguarda la borsa infrarotulea, nella parte inferiore dell'articolazione.

L'infiammazione può avere origini varie e diverse: piccoli traumi ripetuti (come, per esempio, l'inginocchiarsi quotidiano su superfici dure tipico delle lavandaie di un tempo, da cui deriva il nome popolare con cui questo disturbo è noto), traumi acuti nel corso della pratica sportiva, incidenti che comportano forti botte al ginocchio, eccetera.

Come per tutte le infiammazioni, un buon rimedio è costituito dall'applicazione di ghiaccio sulla parte dolente, seguita da fasciatura e riposo per alcuni giorni.

Cause del dolore al ginocchio

Oltre a quelli sopra menzionati, le patologie e i traumi che possono interessare l'articolazione ed essere cause del dolore al ginocchio sono molti e diversi.

Una categorizzazione generale può partire dalla distinzione tra cause legate a patologie degenerative (l'artrosi, come s'è detto, ma non solo: tra le cause degenerative di gonalgia vi possono essere patologie di varia gravità quali l'artrite reumatoide, la spondilite anchilosante, la sclerodermia, la tendinite al ginocchio, la gotta, il diabete, eccetera) e cause legate a eventi traumatici sia acuti, come una distorsione, una lussazione, una meniscopatia (cioè una lesione al menisco che causa dolore), sia riferibili a microtraumi ripetuti nel tempo che portino a una situazione di ginocchio infiammato.

Sintomi del dolore al ginocchio

La sintomatologia connessa al dolore al ginocchio è molto varia. Il dolore può manifestarsi dietro al ginocchio, nella sua parte superiore o laterale, all'interno o all'esterno.

Può comparire solo quando si muove l'articolazione del ginocchio, quando si piega e quando si stende, quando si cammina, oppure presentarsi dopo aver tenuto ferma e piegata la gamba nella medesima posizione per un tempo prolungato, come durante un viaggio in automobile o in aereo, o in una poltrona al cinema o a teatro.

Il dolore può essere avvertito solo durante l'attività fisica e sportiva, oppure insorgere in seguito a essa, anche ore dopo.

Può comparire al mattino, appena svegli, quando rimettiamo in funzione le gambe e le loro articolazioni dopo il riposo e l'immobilità notturna, oppure manifestarsi via via che la giornata avanza, con la normale attività fisica delle gambe (deambulazione, alzarsi e sedersi, restare in piedi a lungo, salire le scale…).

La sintomatologia del dolore al ginocchio può presentarsi senza gonfiore, oppure accompagnarsi al fatto che il ginocchio sia gonfio in maniera visibile.

La varietà dei sintomi corrisponde alla varietà delle cause, e ha come conseguenza diversi approcci per la cura e l'alleviamento del dolore. Se i sintomi si protraggono per più di una settimana è importante, perciò, rivolgersi a un medico per la diagnosi e l'opportuno trattamento.

Dolore al ginocchio: i rimedi

Un consiglio di buon senso per prevenire e contrastare l'insorgenza del dolore al ginocchio è quello di tenere sotto controllo il peso corporeo: è facile comprendere, infatti, come essere in sovrappeso oppure obesi possa produrre un carico di lavoro per l'articolazione che certamente non è benefico.

Alcune attività sportive possono aiutare a prevenire dolori e infiammazioni e a migliorare l'efficienza dell'articolazione. Il nuoto e il ciclismo, per esempio, praticati regolarmente e con intensità bassa-moderata, permettono di tonificare e rinforzare i muscoli senza caricare pesi sulle ginocchia.

Gli esercizi

Danno benefici anche alcuni esercizi di stretching da praticare tutti i giorni, anche a casa propria.

Sdraiati sul fianco destro con le gambe allungate, piegate la gamba sinistra tenendo le cosce unite e parallele e afferrate la caviglia con la mano sinistra, tirando delicatamente il piede verso il gluteo, senza però superare la soglia del dolore. Tenete la posizione per 30 secondi, quindi tornate alla posizione di partenza.

Seduti per terra con le gambe distese parallele e i piedi a martello, sistemate un asciugamano arrotolato per il lungo sotto un ginocchio, in modo da tenere l'articolazione leggermente piegata e sollevata da terra. Mantenendo la schiena dritta, spingete con il ginocchio verso il pavimento, cercando di stendere completamente la gamba, e tenete la posizione per 5 secondi.

Vuoi saperne di più?

Torna a dolore