Colpo della strega: cause, sintomi e rimedi

2020-05-22T08:54:40
Chiesi Farmaceutici S.p.A.
Colpo della strega - Brexidol
Scopri il rimedio contro il colpo della strega

Un dolore lancinante che colpisce improvvisamente la zona lombare, mentre si compiono esercizi di ginnastica, movimenti bruschi oppure si riprende la posizione eretta dopo essere stati chinati. È il colpo della strega, una lombalgia acuta che può lasciare completamente bloccati.

Il colpo della strega è una lombalgia acuta che si manifesta con un mal di schiena intenso e improvviso, quasi sempre senza sintomi premonitori. Compare spesso in seguito a movimenti bruschi, per esempio quando si torna rapidamente in posizione eretta, oppure a causa di esercizi di ginnastica eseguiti in modo scorretto.  Anche praticare attività fisica non adeguata al proprio stato fisico può predisporre a questo mal di schiena acuto, così come un evento traumatico, una torsione improvvisa del busto, oppure un colpo di freddo.

Si manifesta con la comparsa improvvisa di rigidità della colonna vertebrale, concentrata nella zona lombare, a causa della quale non si riesce a riprendere completamente la posizione eretta né a chinarsi in avanti. Ogni minimo spostamento è causa di dolore lancinante, che costringe nell'immediato a una totale immobilità.

La contrattura muscolare provoca dolore localizzato soprattutto nella zona lombare, ossia la parte bassa della schiena. Qualche volta il dolore si irradia ai glutei e alle gambe, attraverso il nervo sciatico.

Colpo della strega

Più predisposto chi fa vita sedentaria

Colpo della strega -  le cause

Il mal di schiena acuto che si manifesta durante le attività quotidiane può essere dovuto a diverse cause. Ne sono maggiormente soggetti coloro che conducono una vita sedentaria, lavorando in posizione seduta per molte ore al giorno, che non praticano sport e che in generale svolgono poca attività fisica.
La mancanza di allenamento fa sì che i muscoli lombari non siano tonici.

Per questa ragione, è sufficiente un evento traumatico anche di poco conto, per esempio la ripresa improvvisa della posizione eretta, per imprimere sollecitazioni a muscoli e nervi della zona lombare. Le tensioni fisiche che si producono creano un’infiammazione acuta, responsabile del dolore.

Chi è in sovrappeso corre un rischio più elevato di incorrere in un episodio di colpo della strega. Anche lo svolgimento di lavori pesanti, come per esempio sollevare pesi o restare a lungo in posizione chinata, incide negativamente sul benessere della colonna vertebrale.

Riposo assoluto nella fase acuta

Nella fase acuta, l’unica cura per alleviare il dolore consiste nel riposo assoluto, possibilmente a letto oppure in poltrona, utilizzando dei cuscini per mantenere la posizione che non provoca dolore e permettere ai muscoli lombari di riprendersi. Il riposo assoluto va mantenuto soltanto nella fase acuta del dolore lombare, che dura circa 12-24 ore.

Per ottenere benefici sono utili impacchi freddi che riducono l’infiammazione. Quando il dolore diviene meno intenso serve, al contrario, il calore per rilassare la contrattura muscolare: si può fare un bagno caldo, applicare impacchi tiepidi oppure rivolgersi a un esperto per effettuare massaggi decontratturanti.

Colpo della strega - fase acuta

Ciascuno ha i propri tempi di recupero, ma sarebbe importante riprendere gradualmente la posizione eretta e i movimenti, senza sforzi e sollecitazioni importanti, in quanto l’immobilità protratta non aiuta nel recupero.

È importante però evitare i movimenti bruschi che possono far ricomparire il dolore acuto, magari peggiorato da sintomi dolorosi in altre zone della colonna vertebrale, per esempio il torcicollo oppure la cosiddetta sciatica, patologia causata dalla compressione o dall’irritazione del nervo sciatico.
Nei primi giorni è quindi bene limitarsi nelle attività quotidiane, evitando di svolgere lavori pesanti e di sollevare pesi.

I rimedi contro il colpo della strega

Colpo della strega - rimedi

Contro il dolore intenso è anche possibile ricorrere alla terapia antalgica, ossia alla cura con farmaci antidolorifici o antinfiammatori, e a miorilassanti che aiutano a risolvere la contrattura muscolare. Questi farmaci sono disponibili in formulazioni da assumere per bocca, senza ricetta medica a seconda del farmaco e della concentrazione del principio attivo. Non andrebbero assunti per oltre tre o quattro giorni e sono sconsigliati alle persone con problemi di gastrite.

In alternativa si può ricorrere a formulazioni topiche in pomate, gel o cerotti medicati a base di FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei).

Consigli per prevenire il mal di schiena

La prevenzione del colpo della strega passa prima di tutto attraverso un miglioramento dello stile di vita. Si deve combattere la sedentarietà, cercando di praticare regolarmente attività fisica, magari dedicandosi a uno sport.
L’obiettivo è rinforzare la muscolatura della schiena con l’allenamento, rendendola meno sensibile a movimenti bruschi e traumi.

Per prevenire il colpo della strega è importante anche perdere qualche chilo di troppo, per ridurre il peso sulla colonna vertebrale.

Colpo della strega - consigli

Si dovrebbe trovare, all’interno delle attività quotidiane, un po’ di spazio per praticare esercizi di ginnastica e di stretching specifici per i muscoli lombari in modo da renderli più resistenti alle sollecitazioni.
Anche indossare calzature adatte è di aiuto, perché tacco e suola adeguati forniscono supporto alla colonna vertebrale e sollievo alla muscolatura della schiena, oltre a far assumere una postura corretta.

Se il recupero è lento e la sintomatologia, benché meno intensa, è sempre presente, è consigliabile associare gli esercizi di ginnastica e lo stretching a un programma di riabilitazione più completo.
È meglio però non improvvisare, ma rivolgersi a un esperto in fisioterapia.

Si potranno effettuare manipolazioni mirate a rinforzare la muscolatura lombare e massaggi decontratturanti per prevenire tensione muscolare e infiammazione. Il fisioterapista può inoltre fornire consigli per indicare la postura più corretta da assumere nella vita quotidiana, soprattutto se si trascorrono molte ore seduti alla scrivania. Nella maggior parte dei casi ginnastica, massaggi decontratturanti, assunzione di farmaci antidolorifici e antinfiammatori sono sufficienti per ottenere un completo recupero.

Una sintomatologia che si ripete spesso, con dolore lancinante che lascia bloccati, dovrebbe invece indurre a rivolgersi al Medico di Famiglia prima di effettuare massaggi o fisioterapia.

Ti potrebbe interessare anche

Dolore alla schiena

Mal di schiena

In Italia il mal di schiena è tra le prime cause di assenza dal lavoro per malattia e, in tutto il mondo, è una ...

leggi tutto
Lombalgia

Lombalgia

È un disturbo purtroppo molto diffuso, che si manifesta con un dolore localizzato nella parte bassa della schiena ...

leggi tutto

Vuoi saperne di più?

Torna a dolore