Mal di schiena dorsale (dorsalgia): le cause e i rimedi

2021-04-14T13:22:02
Chiesi Farmaceutici S.p.A.
Mal di Schiena Dorsale (Dorsalgia): le cause e i rimedi | Brexidol

I dolori alla colonna vertebrale sono disturbi molto diffusi. A seconda della posizione in cui sono localizzati, possono prendere nomi diversi. Le forme di cui si sente più spesso parlare sono senza dubbio la cervicalgia e la lombalgia; ne esiste però anche un terzo tipo, meno studiato ma altrettanto debilitante: la dorsalgia.

Cos'è il mal di schiena dorsale o dorsalgia?

In medicina si utilizza il termine dorsalgia per indicare un dolore nell'area dorsale della schiena, che corrisponde alla porzione della colonna vertebrale a livello delle dodici vertebre toraciche.
Si tratta, quindi, del dolore che colpisce la parte centrale del dorso, al di sotto dell'area cervicale (corrispondente alle 7 vertebre più vicine alla testa, subito al di sopra delle spalle e delle scapole) e al di sopra della zona lombare (formata invece da 5 vertebre e che termina al di sopra del bacino).

Come si manifesta la dorsalgia? I sintomi per riconoscerla

La dorsalgia è un problema di salute debilitante particolarmente diffuso fra i giovani. Si può manifestare durante l'adolescenza e la sua incidenza aumenta con il passare degli anni.
Nemmeno la popolazione adulta ne è esente; fra i più colpiti sono inclusi i professionisti sanitari, i musicisti e i lavoratori manuali. Per di più l'aumento della sua diffusione fra gli adolescenti suggerisce che in futuro anche il numero degli adulti alle prese con il mal di schiena dorsale aumenterà significativamente.

I modi in cui si può manifestare sono diversi. In particolare, sia il tipo di sintomi sia la loro durata, che segna la differenza tra un mal di schiena acuto o cronico, dipendono dalla causa scatenante. Come facilmente immaginabile, il sintomo principale del mal di schiena dorsale è un dolore localizzato nella parte posteriore e centrale del tronco. A volte di tratta di fastidi costanti; in altri casi, invece, periodi in cui i sintomi sono presenti si alternano a momenti in cui danno una tregua. In genere quando a scatenarlo sono problemi ai muscoli si tratta di un dolore acuto, lancinante, che può essere associato a spasmi e a debolezza o affaticamento.

Anche il dolore tipico di un mal di schiena dorsale che dipende da problemi ai nervi può essere lancinante. È però possibile distinguerlo da quello di una dorsalgia di origine muscolare perché in genere si associa a sensazioni di bruciore, pizzicore o intorpidimento. La diagnosi si basa su un'accurata anamnesi. Il medico prenderà in considerazione sia i sintomi riportati, sia la storia medica dei pazienti. A volte, oltre alla visita, potrebbe essere necessario sottoporsi a esami strumentali, soprattutto in quei casi in cui il dolore alla schiena è particolarmente forte o non accenna a risolversi. 

Principali cause del mal di schiena dorsale

Secondo le stime, a soffrire di mal di schiena a livello dorsale è una quota variabile tra il 3 e il 22% della popolazione. Si potrebbe pensare che alla sua base ci siano problemi anatomici, come la scoliosi. In realtà, però, le anomalie anatomiche della colonna non è detto che causino dolori. Non si tratta nemmeno di un problema necessariamente legato a contratture muscolari. Non è raro però che la zona dorsale della colonna vertebrale si infiammi. Il fastidio può partire da una delle numerose strutture che compongono o che sono associate alla colonna vertebrale: ossa, muscoli, legamenti, nervi ecc.

Alla sua base possono esserci uno stress eccessivo o traumi e lesioni, in particolare:

  • strappi muscolari
  • distorsioni di legamenti
  • la graduale usura dei tessuti
  • fratture vertebrali
  • la compressione di uno dei nervi che fuoriescono dalla colonna vertebrale (che, a sua volta, può dipendere da problemi ai muscoli, alle strutture ossee o ai dischi intervertebrali)
  • un'ernia del disco (il “cuscinetto” localizzato tra una vertebra e l'altra)
  • un disequilibrio dei muscoli che sostengono la colonna vertebrale.

Anche il classico “colpo di frusta” causato da un incidente stradale può avere ripercussioni sul tratto dorsale della colonna vertebrale. A lamentarlo è il 66% delle persone che hanno subito questo trauma, e nel 23% dei casi il problema persiste ancora a distanza di un anno. Il meccanismo alla base di questa associazione è semplice: nel colpo di frusta i muscoli della parte superiore della schiena vengono forzatamente stirati. Le conseguenze tipiche sono rigidità e tensione muscolare a livello cervicale. I muscoli coinvolti non scorrono però solo nel collo, ma anche lungo la porzione toracica della colonna vertebrale. Per questo la loro sollecitazione eccessiva può scatenare una dorsalgia.

Quello del colpo di frusta è un esempio di come, nonostante la sua localizzazione, il dolore dorsale possa dipendere anche da problemi a livello cervicale. In modo simile, una dorsalgia potrebbe essere causata anche da disturbi che si originano nella regione lombare della colonna vertebrale.

Inoltre le possibili cause del mal di schiena dorsale non sono tutte legate alla colonna vertebrale e ai muscoli presenti in quella zona. Una dorsalgia potrebbe per esempio essere il sintomo di problemi a livello dell'apparato digerente, del cuore, dei polmoni o dei reni. Anche la pressione alta potrebbe essere associata alla comparsa di dolore a livello della schiena. Infine, il mal di schiena dorsale può comparire in seguito a interventi chirurgici o essere associato ad alcune patologie, in particolare:

  • l'osteoporosi
  • fratture delle vertebre
  • l'ipercifosi (la cosiddetta “gobba”)
  • la spondilite anchilosante (una malattia infiammatoria che colpisce le articolazioni della colonna vertebrale)
  • l'artrosi e altre condizioni degenerative
  • la stenosi spinale (cioè il restringimento del canale all'interno della colonna vertebrale in cui scorre il midollo spinale).

Per quanto riguarda invece i possibili fattori di rischio, fra i principali sono inclusi:

  • traumi
  • attività lavorative o ricreative che sovraccaricano le strutture coinvolte perché richiedono di stare seduti a lungo (come accade, per esempio, ai piloti), prevedono movimenti monotoni e ripetitivi (come dover piegare continuamente il busto) o il sollevamento di un forte peso oppure le sottopongono a sforzi continui
  • le posture scorrette
  • l'inattività fisica.

I rimedi più efficaci per la dorsalgia

Il trattamento più efficace in caso di mal di schiena dorsale dipende dalla causa del dolore. Per questo, nel caso in cui i sintomi non si risolvano in pochi giorni, è necessario rivolgersi al medico di famiglia per la corretta diagnosi, che valuterà l’opportunità di indirizzare il paziente al consulto di uno specialista. Quando le cause del mal di schiena dipendono dalla colonna vertebrale o dalle strutture ad essa associate, il primo obiettivo deve essere ridurre i sintomi per dare alla schiena il tempo di guarire.
Fra i possibili rimedi, il riposo è indispensabile. Infatti non sollecitare la schiena per uno o due giorni aiuta proprio a far diminuire i fastidi.

Un aiuto in più può arrivare da una terapia a base di antidolorifici (altrimenti detti analgesici), come i farmaci antinfiammatori non steroidei, disponibili in diverse formulazioni, da prendere per bocca o da applicare direttamente sulla zona dolente, sotto forma di gel, creme o cerotti medicati, da non assumere per lunghi periodi senza il parere di un medico. Inoltre, sembra che anche la stimolazione elettrica intramuscolare mediante dry needling (una tecnica che prevede l'inserimento di un sottile ago nell'area colpita dal dolore) riesca ad alleviare il fastidio e a combattere le alterazioni funzionali ad esso associate.

Oltre ad alleviare il dolore alla schiena è però importante anche limitare tutte le attività e i movimenti che possono scatenarlo. Ciò non significa che la cura della dorsalgia sia basata sull'inattività assoluta, anzi. Un'opportuna fisioterapia può aiutare sia a combattere il problema sia a evitare che si ripresenti. Gli esercizi più adatti per la riabilitazione e per la prevenzione sono quelli che aumentano la forza, la flessibilità e le capacità di movimento delle strutture coinvolte.
Altri consigli da seguire per una prevenzione efficace del mal di schiena dorsale includono:

  • evitare di stare seduti per lunghi periodi
  • mantenere una postura corretta, in modo da limitare il carico che deve essere sopportato dalla schiena. Eventualmente, per migliorare una postura scorretta è possibile affidarsi alla cosiddetta ginnastica posturale
  • praticare attività fisica commisurata alla propria forma fisica eseguendo i movimenti richiesti in modo corretto
  • sollevare i pesi con le braccia piegando le gambe, anziché la schiena.

Ti potrebbe interessare anche

Mal di schiena al risveglio

Mal di schiena al risveglio

Nonostante il sonno sia ritenuto essenziale per il recupero mentale e fisico, ci sono persone che vanno a letto ...

leggi tutto
Lombalgia

Lombalgia

È un disturbo purtroppo molto diffuso, che si manifesta con un dolore localizzato nella parte bassa della schiena ...

leggi tutto

Vuoi saperne di più?

Torna a dolore